Come scegliere la migliore tenda da campeggio

La tenda da campeggio è l’accessorio imprescindibile e fondamentale per realizzare una perfetta vacanza nella natura. Proprio per questo motivo è importantissimo conoscere come scegliere la migliore tenda da campeggio a seconda delle diverse necessità. In commercio esiste un’infinita varietà di prodotti che si differenziano per caratteristiche come dimensioni, posti interni, forme, cuciture, tessuti, prezzi e così via.

Per capire quale sia la migliore tenda da campeggio vanno considerati alcuni elementi fondamentali:

1.Dimensioni

La prima cosa da valutare è conoscere con certezza quante persone dovranno stare e dormire all’interno della tenda per non rischiare di acquistare un prodotto troppo grande o troppo piccolo. In genere questa informazione è ben visibile sui cartellini accanto alle diverse tende in vendita. Tuttavia, non sempre è attendibile perché non vengono considerati spazi occupati da oggetti oppure viene calcolata un’altezza media delle persone. Per orientare l’acquisto alla migliore tenda di campeggio, vale la regola del “dividere a metà” il numero di persone fornito nell’indicazione, così una tenda per 4 è perfetta per 2, una per 6 per 3 e così via. Non dimenticate di considerare l’Altezza perché in alcuni modelli non vi è nemmeno lo spazio per stare seduti. Valutate queste due caratteristiche, cercate comunque di non esagerare con le dimensioni perché le tende con “stanze” sono pesanti, ingombranti e le più difficili da montare. Per questa ragione valutate bene anche il mezzo di trasporto che utilizzerete per raggiungere la destinazione perché se viaggiate a piedi, in bici oppure in moto è meglio optare per una tenda piccina. Un altro elemento da considerare è lo spazio disponibile nell’area attrezzata o nel campeggio. Per essere sicuri di acquistare la tenda delle dimensioni giuste potete andare nei negozi specializzati e “testare” i modelli esposti semplicemente entrandoci dentro.

2.Clima della zona di destinazione

Per scegliere la migliore tenda da campeggio è opportuno conoscere bene il tipo di clima e le condizioni atmosferiche della propria destinazione. Vento, freddo, caldo, pioggia, ecc. richiedono tende con caratteristiche diverse. Se generalmente le mete che preferite hanno sempre più o meno lo stesso clima potete acquistare una tenda specifica per quel tipo di temperatura, mentre se le vostre destinazioni hanno sempre climi diversi, è meglio optare per modelli di tenda versatili, in grado di essere buoni nelle varie condizioni. Nel caso di zone ventose comprate sostegni (picchetti, pali, tiranti, corde) robusti, mentre in caso di piogge frequenti acquistate una tenda ben impermeabilizzata e valutate bene lo spazio necessario visto che potreste passare parecchio tempo al chiuso. Per climi caldi è sufficiente acquistare una tenda leggera con una stoffa traspirante, con porte, aperture e finestre magari poste ai lati opposti. Per luoghi innevati dovete necessariamente acquistare un’attrezzata tenda da montagna.

3.Tessuto e cuciture

La stoffa maggiormente usata per le tende è il nylon per le pareti, mentre per terra è presente una copertura cerata. Il primo è traspirante, mentre il secondo non fa passare l’acqua. Lo spessore del tessuto è un’importante caratteristica da valutare. Un doppio telo, ad esempio, offre maggiore isolamento e quindi la tenda può essere usata in zone dal clima freddo. Il telo doppio fa sì che il prodotto sia spesso più pesante e costoso.

Optate per tende dalle cuciture “termonastrate” ovvero rivestite da tessuto impermeabile per sfavorire il passaggio dell’acqua dalle cuciture. Controllate accuratamente ogni cucitura della tenda per verificare se è presente la copertura impermeabilizzata.

4.Impermeabilità

Viene misurata in “colonna di acqua”, ovvero la quantità che in mm indica la capacità di un tessuto di respingere l’acqua. Questo parametro però non tiene conto di fattori come il vento per cui l’ideale è acquistare una tenda da almeno 2000 mm di colonna d’acqua, così da essere sicuri di avere un riparo resistente a condizioni climatiche particolarmente avverse.

5.Porte e finestre

Non sottovalutate il numero di aperture della tenda perché ad esempio se siete diretti verso climi caldi, favoriscono ricambi dell’aria. Controllate anche che le fessure e le aperture della vostra tenda siano dotate di protezioni e zanzariere per evitare invasioni da parte degli insetti. Controllate le cerniere lampo affinché siano impermeabilizzate e che sia presente in entrambi i lati il cursore così da poter aprire sia dall’interno che dall’esteseno.

6.Tipologie di tende da campeggio

a.La Canadese

Si tratta della tenda più classica e ha una forma ad “A”. Si sostiene grazie a pali rigidi ed è semplice da montare. Non offre molto spazio all’interno proprio a causa della sua particolare forma e può risultare poco confortevole.

b.L’Igloo

Come suggerisce il nome, questa tenda ricorda le tipiche casette degli Eschimesi e la forma è tondeggiante. Viene sorretta da pali flessibili e anche questa tipologia è abbastanza facile da montare.

c.A Tunnel

In un certo senso è una variante allungata dell’igloo ed è perfetta per più persone o per le famiglie perché offre maggiori spazi verticali però le tende a tunnel devono necessariamente essere fissate a terra con picchetti e tiranti.

d.Geodetica

Un’altra variante dell’igloo che presenta un tetto a forma di cupola. La tenda è perfetta per soste in alta quota dal momento che resiste molto bene a climi e venti freddi.

e.Gonfiabile

L’invenzione è recente e pensata per i neofiti, spesso inesperti nel montaggio. Si tratta di una struttura unica realizzata con tanti tubi gonfiabili e per “montarla” basta una pompa d’aria. Tra gli svantaggi vanno annoverati il costo non economico ed il peso importante.

e.A casetta

Generalmente questa tenda ha diversi spazi come delle vere e proprie stanze e, talvolta, anche una veranda. Montarla è decisamente complicato però è uno dei modelli più spaziosi e resistenti. Lo svantaggio principale è che occupano parecchio spazio e pesano molto anche una volta smontate.

f.Da trekking

Sono studiate per chi pratica questa attività e quindi sono leggere ma resistono a vento e pioggia. Il montaggio è semplice proprio perché si pensa che debbano essere montate e smontate di frequente.

g.Pop-Up

Sono le tende più facili da montare perché si aprono praticamente da sole. Perfette per situazioni dove il proprio riparo deve essere aperto e chiuso velocemente.

7.Valutare la qualità

Per sapere se state acquistando un buon prodotto, valutate alcuni elementi a partire dal prezzo. Questo, come per tantissimi altri oggetti e prodotti, più è alto e più è sinonimo di alta qualità. Nel caso delle tende un costo elevato significa materiali e tessuti resistenti, zip forti, pali robusti e durano più a lungo nel tempo anche dopo numerosi utilizzi. Valutate l’acquisto pensando all’utilizzo che farete della tenda, se pensate di sfruttarla molte volte optate per modelli più costosi, altrimenti indirizzate la scelta verso modelli più economici e semplici. Le lampo sono un altro buon parametro per valutare la qualità del prodotto. Verificate che scorrano facilmente senza intoppi. Le cuciture devono essere impermeabili e regolari per essere certi di acquistare una tenda di qualità. Lo stesso discorso vale per la stoffa che deve essere resistente e assolutamente privo di alcuna imperfezione.